Sentierone della Verzasca

Escursioni

Per la bellezza del paesaggio e per il percorso che si snoda tra i boschi e lungo il fiume dalle acque color smeraldo, il Sentierone della Valle Verzasca è certamente una delle passeggiate più gettonate del Ticino. L’itinerario segue l’antica mulattiera, tra vecchie costruzioni rurali, cappelle, ponticelli, cascate e prati fioriti. Questa camminata è molto amata anche da gruppi e famiglie perché è facile e si può interrompere quando si vuole, grazie al semplice accesso alle numerose fermate dei mezzi pubblici per il ritorno. In estate poi ci si può rigenerare con un rinfrescante bagno nel fiume.

PROMO

Itinerario: Sentierone della Verzasca (vedi cartina)


Il percorso (dettaglio) può iniziare sia da Mergoscia che dalla diga della Verzasca. Nel primo caso si giunge a Corippo camminando ad un centinaio di metri d'altezza sopra il lago artificiale. Si scende poi al "Bivio di Corippo". Nel secondo, partendo dalla diga, dopo un lungo tratto di bosco, si attraversano le numerose frazioni di Vogorno, prima di tornare nel bosco per giungere ugualmente al Bivio di Corippo. Da qui, il percorso prosegue pianeggiante fino al villaggio di Lavertezzo, conosciutissimo per il ponte a doppia arcata e per le sue pozze magnifiche dall’acqua verde.

Si continua per Brione lungo un tratto in cui alcuni anni fa venne realizzato un "Sentiero per l’arte”, di cui si intravedono ancora alcune sculture di artisti contemporanei inserite in un contesto naturale davvero felice. Si tratta di opere diverse per stile, tecniche e materiali (ceramica, legno, metallo, vetro e pietra). Com’era previsto, alcune di queste sculture si sono “fuse” con la natura, mentre altre hanno invece conservato il loro aspetto originario.

Il percorso continua, tra vecchie costruzioni e cappelle – si possono persino osservare, messe in evidenza da poco, alcune trappole per lupi – fino all’ultimo villaggio. Sonogno ospita la “Casa della lana” e il museo etnografico, che raccoglie le memorie della valle e la storia degli spazzacamini. Da Sonogno si rientra con l'autopostale.

Percorribile nei due sensi dalla tarda primavera all'autunno inoltrato, il Sentierone non pone difficoltà di alcun genere. L’intero percorso è però piuttosto impegnativo per la sua durata (circa 9 ore), ed è perciò consigliato percorrerlo a tappe. A chi avesse poco tempo si consiglia di scegliere il tratto centrale, molto affascinante, che richiede 3 ore abbondanti di cammino. Si parte dal Bivio di Corippo (fermata del bus), si passa da Lavertezzo e si prosegue lungo il “Sentiero per l’arte" fino a Ganne, dove si attraversa la strada carrozzabile e si trova la fermata del bus.

Durante la bella stagione si può approfittare in vari punti di una sosta per tuffarsi nelle fresche e verdi acque del fiume. A Lavertezzo, in prossimità del ponte romano, si trova un grotto con buona offerta gastronomica.

PROMO

Ristoranti nelle vicinanze


Per completare la giornata