Centovallina Amazing Journey

Experience

Secondo la guida Lonely Planet, la Ferrovia Vigezzina-Centovalli è tra le più belle al mondo. Offre un viaggio "slow" tra Locarno e Domodossola, attraversando le Centovalli e la Valle Vigezzo. Un’esperienza a contatto con un territorio variegato, in un susseguirsi di gole profonde, montagne selvagge, fiumi e cascate. Una natura prorompente in cui si inseriscono armoniosamente piccoli e caratteristici borghi, lungo il tragitto percorribile in circa 2 ore. Su tutti i treni "Centovalli Express" un'audioguida gratuita permette ai viaggiatori di scoprire dettagli e curiosità, e di ricevere utili informazioni sull’intero percorso.

PROMO

La linea ferroviaria, inaugurata nel 1923, trasporta annualmente 150 mila passeggeri tra Svizzera e Italia lungo un tragitto di 52 chilometri con 83 ponti e 31 gallerie. Dai paesaggi innevati, ai prati fioriti, dai colori dell’autunno all’ebrezza dell’estate, ogni stagione dipinge un quadro suggestivo e diverso. Nella recente guida pubblicata negli Stati Uniti da Lonely Planet, intitolata Amazing Train Journeys, una vera "bibbia" per gli amanti delle ferrovie turistiche, la Ferrovia Vigezzina-Centovalli figura tra le più belle del mondo.

Il viaggio


Il viaggio inizia a Locarno. Dopo un tragitto di circa 20 minuti attraverso le Terre di Pedemonte si raggiunge il villaggio di Intragna, dove si può visitare il Museo Regionale delle Centovalli e del Pedemonte (che racconta la dura vita in valle nei secoli scorsi), il campanile più alto del Ticino (65 metri 165 gradini), la chiesa parrocchiale e il ponte in stile romano del Cinquecento. Fra Intragna e Camedo, il percorso si snoda nel cuore selvaggio delle Centovalli, attraversando spettacolari ponti costruiti sul fondovalle e offrendo un magnifico panorama con i pittoreschi villaggi sparsi su ripidi pendii.
Superata la dogana a Camedo, si entra nella splendida Valle Vigezzo, soprannominata la valle dei pittori, dalla natura incontaminata con fitti boschi e ampi pianori. Il primo villaggio che si incontra in territorio italiano è Re, caratterizzato dall’imponente basilica della Madonna del Sangue. Così come il Sacro Monte Calvario di Domodossola e il Santuario della Madonna del Sasso a Locarno è meta ogni anno di migliaia di pellegrini. Poco oltre Re si giunge nella graziosa località di Santa Maria Maggiore, dove è piacevole passeggiare e visitare la nuovissima Casa del Profumo, che celebra l’invenzione dell’Acqua di Colonia creata da un vigezzino emigrato in Germania. Interessante anche il Museo dello Spazzacamino, che ricorda i numerosi giovani che nei secoli scorsi sono emigrati a nord in cerca di lavoro. Poco distante dal centro storico di Santa Maria Maggiore si può raggiungere a piedi o con i mezzi pubblici il suggestivo borgo di Craveggia, con i suoi splendidi tetti in beola e gli originali camini.
La visita di Santa Maria Maggiore può essere anche l’occasione per gustare un ottimo pranzo in uno dei ristoranti della valle o per acquistare i prodotti tipici della rinomata e variegata enogastronomia locale. L’itinerario si conclude a Domodossola, cuore della piemontese Val d’Ossola, che presenta un centro storico di pregio, dove ogni sabato si tiene il tradizionale e animato mercato.

Il viaggio con la Ferrovia Vigezzina-Centovalli si può combinare con escursioni verso mete raggiungibili a piedi, o tramite le funivie di Verdasio-Rasa, Monte Comino e Intragna-Pila-Costa.

PROMO

Ristoranti nelle vicinanze


Per completare la giornata